Loading ...

Reperibilità 24h

Bologna, Pianoro, San Lazzaro di Savena

Tel: 051 228622

Tel: 051 224838

Disbrigo pratiche burocratiche e cimiteriali legate al decesso a Bologna

Cosa fare in caso di decesso

Disbrigo pratiche legate al decesso



In base al luogo in cui è avvenuto il decesso si hanno prassi distinte: se la persona cara deceduta si trovava in una struttura ospedaliera, le procedure legate al decesso sono a carico del direttore sanitario; inoltre, l’ospedale si occuperà anche di tutte le pratiche burocratiche necessarie per legge.

Se il decesso è avvenuto in casa o in un’abitazione privata, i familiari o chi per loro dovranno occuparsi personalmente delle questioni pratiche e dei relativi atti burocratici.





Cosa devono fare i familiari in caso di decesso di una persona cara in un’abitazione privata?

Se il decesso di una persona cara avviene in casa, ovviamente, è tutto più complicato, oltre al dolore da affrontare in un momento così delicato si dovranno anche seguire una serie di procedure.

Il primo passo è avvertire il proprio medico curante che accerterà l’avvenuta morte, determinerà le cause del decesso e consegnerà ai congiunti i documenti necessari per legge, tra cui il modulo Istat che contiene le generalità del defunto e le cause del decesso.

È indispensabile rivolgersi al medico curante; se questi non fosse disponibile, potete incaricare un altro medico di base. La guardia medica, in ogni caso, non può sostituire il medico curante.

Per gli aspetti burocratici, può esservi di aiuto l’impresa di pompe funebri che avete scelto per l’organizzazione del funerale; essa si farà carico degli onerosi impegni che altrimenti spetterebbero a voi.

Inoltre, in qualsiasi momento sia avvenuto il decesso di una vostra persona cara, le imprese di onoranze funebri vi verranno incontro: solitamente sono disponibili per i loro clienti per tutto l’arco delle 24 ore, sette giorni su sette, e vi sosterranno per qualsiasi incombenza con la loro esperienza e professionalità.

Il secondo passo da compiere, dopo aver allertato il medico curante, sarà quello di informare il medico legale (necroscopo) che dovrà effettuare una visita.

Avvisare il medico legale spetta al medico curante o all’impresa funebre che si occuperà del funerale.

Compito del medico legale è attestare l’avvenuto decesso della persona, verificare che non esistano pericoli per la salute dei presenti e infine, rilasciare uno specifico certificato firmato. Nel caso il defunto debba essere cremato, il medico legale confermerà o meno che non ci siano impedimenti per la procedura di cremazione.

La visita necroscopica dovrebbe essere effettuata trascorse 15 ore dal decesso e comunque, entro le 30 ore; salvo particolari deroghe per situazioni particolari.

Entro 24 ore dal decesso, è d’obbligo comunicare all’ufficiale dello stato civile la dichiarazione di morte, questi poi si occuperà di redigere l’atto di morte.

La dichiarazione può essere fatta da un parente, un convivente del defunto, una persona delegata dai familiari o dal convivente; o da una persona informata del decesso.

Prima del funerale devono essere trascorse almeno 24 ore dalla morte e la visita del medico legale è indispensabile solo se il decesso è avvenuto in casa.

In seguito a un decesso, di quali documenti dovete disporre per legge?

Se il decesso è avvenuto in ospedale o in strutture analoghe, ad esempio in una casa di cura, la documentazione è a carico del personale medico ospedaliero.

Invece, nel caso in cui il decesso sia avvenuto in un’abitazione privata, i documenti di cui dovrete disporre per legge sono la constatazione di morte, a carico del medico curante o di un medico di base, il modulo Istat, ugualmente compilato dal medico curante o da un medico di base e la necroscopia che deve essere eseguita da un medico legale - necroscopo.

In che modo un’impresa di servizi funebri può aiutarvi nel disbrigo delle pratiche burocratiche relative al decesso di un vostro caro?

Le onoranze funebri possono, al vostro posto ritirare e consegnare i documenti in Municipio, denunciare l’avvenuto decesso, fissare la data del funerale e prendere contatto con la struttura religiosa o laica dove avverranno le esequie.

In caso di decesso di una persona cara, come potete valutare con efficacia se un’impresa funebre fa al caso vostro?

Discrezione, competenza e serietà devono essere le parole d’ordine di un servizio di pompe funebri che si rispetti.

È importante per i familiari del defunto fare la scelta giusta, se vorrete essere consigliati e seguiti con cura ad ogni passo dal momento del decesso fino alla conclusione della cerimonia funebre.

Inoltre, l’impresa di servizi funebri, con la disponibilità tipica del suo personale, vi sarà di grande aiuto e persino di conforto nel momento doloroso che state attraversando.

Non sottovalutate mai l’importanza della scelta dell’impresa di servizi funebri più adeguata alle vostre necessità.

Per evitare di commettere errori potete procedere valutando alcuni aspetti importanti per la scelta, ad esempio se il sito internet e il materiale pubblicitario dell’impresa che state valutando è aggiornato e sufficientemente dettagliato, se il personale è competente e vi fornisce tutte le spiegazioni di cui avete bisogno, se vi hanno permesso di vedere i prodotti che pensate di acquistare o se vi hanno dato un preventivo accurato, con tutte le voci di spesa incluse e una valutazione precisa dei costi.

Questi sono solo alcuni dei quesiti che dovreste porvi per fare una scelta oculata dell’impresa funebre che deve occuparsi del funerale della persona a voi cara deceduta; riflettendo potreste individuare anche altre domande, tutto questo per non incorrere in qualche deludente o sgradita sorpresa alla quale, purtroppo, non potrete rimediare.




Cosa fare in caso di decesso

Disbrigo pratiche legate al decesso



In base al luogo in cui è avvenuto il decesso si hanno prassi distinte: se la persona cara deceduta si trovava in una struttura ospedaliera, le procedure legate al decesso sono a carico del direttore sanitario; inoltre, l’ospedale si occuperà anche di tutte le pratiche burocratiche necessarie per legge.

Se il decesso è avvenuto in casa o in un’abitazione privata, i familiari o chi per loro dovranno occuparsi personalmente delle questioni pratiche e dei relativi atti burocratici.





Cosa devono fare i familiari in caso di decesso di una persona cara in un’abitazione privata?



Se il decesso di una persona cara avviene in casa, ovviamente, è tutto più complicato, oltre al dolore da affrontare in un momento così delicato si dovranno anche seguire una serie di procedure.

Il primo passo è avvertire il proprio medico curante che accerterà l’avvenuta morte, determinerà le cause del decesso e consegnerà ai congiunti i documenti necessari per legge, tra cui il modulo Istat che contiene le generalità del defunto e le cause del decesso.

È indispensabile rivolgersi al medico curante; se questi non fosse disponibile, potete incaricare un altro medico di base. La guardia medica, in ogni caso, non può sostituire il medico curante.

Per gli aspetti burocratici, può esservi di aiuto l’impresa di pompe funebri che avete scelto per l’organizzazione del funerale; essa si farà carico degli onerosi impegni che altrimenti spetterebbero a voi.

Inoltre, in qualsiasi momento sia avvenuto il decesso di una vostra persona cara, le imprese di onoranze funebri vi verranno incontro: solitamente sono disponibili per i loro clienti per tutto l’arco delle 24 ore, sette giorni su sette, e vi sosterranno per qualsiasi incombenza con la loro esperienza e professionalità.

Il secondo passo da compiere, dopo aver allertato il medico curante, sarà quello di informare il medico legale (necroscopo) che dovrà effettuare una visita.

Avvisare il medico legale spetta al medico curante o all’impresa funebre che si occuperà del funerale.

Compito del medico legale è attestare l’avvenuto decesso della persona, verificare che non esistano pericoli per la salute dei presenti e infine, rilasciare uno specifico certificato firmato. Nel caso il defunto debba essere cremato, il medico legale confermerà o meno che non ci siano impedimenti per la procedura di cremazione.

La visita necroscopica dovrebbe essere effettuata trascorse 15 ore dal decesso e comunque, entro le 30 ore; salvo particolari deroghe per situazioni particolari.

Entro 24 ore dal decesso, è d’obbligo comunicare all’ufficiale dello stato civile la dichiarazione di morte, questi poi si occuperà di redigere l’atto di morte.

La dichiarazione può essere fatta da un parente, un convivente del defunto, una persona delegata dai familiari o dal convivente; o da una persona informata del decesso.

Prima del funerale devono essere trascorse almeno 24 ore dalla morte e la visita del medico legale è indispensabile solo se il decesso è avvenuto in casa.

In seguito a un decesso, di quali documenti dovete disporre per legge?



Se il decesso è avvenuto in ospedale o in strutture analoghe, ad esempio in una casa di cura, la documentazione è a carico del personale medico ospedaliero.

Invece, nel caso in cui il decesso sia avvenuto in un’abitazione privata, i documenti di cui dovrete disporre per legge sono la constatazione di morte, a carico del medico curante o di un medico di base, il modulo Istat, ugualmente compilato dal medico curante o da un medico di base e la necroscopia che deve essere eseguita da un medico legale - necroscopo.

In che modo un’impresa di servizi funebri può aiutarvi nel disbrigo delle pratiche burocratiche relative al decesso di un vostro caro?



Le onoranze funebri possono, al vostro posto ritirare e consegnare i documenti in Municipio, denunciare l’avvenuto decesso, fissare la data del funerale e prendere contatto con la struttura religiosa o laica dove avverranno le esequie.

In caso di decesso di una persona cara, come potete valutare con efficacia se un’impresa funebre fa al caso vostro?



Discrezione, competenza e serietà devono essere le parole d’ordine di un servizio di pompe funebri che si rispetti.

È importante per i familiari del defunto fare la scelta giusta, se vorrete essere consigliati e seguiti con cura ad ogni passo dal momento del decesso fino alla conclusione della cerimonia funebre.

Inoltre, l’impresa di servizi funebri, con la disponibilità tipica del suo personale, vi sarà di grande aiuto e persino di conforto nel momento doloroso che state attraversando.

Non sottovalutate mai l’importanza della scelta dell’impresa di servizi funebri più adeguata alle vostre necessità.

Per evitare di commettere errori potete procedere valutando alcuni aspetti importanti per la scelta, ad esempio se il sito internet e il materiale pubblicitario dell’impresa che state valutando è aggiornato e sufficientemente dettagliato, se il personale è competente e vi fornisce tutte le spiegazioni di cui avete bisogno, se vi hanno permesso di vedere i prodotti che pensate di acquistare o se vi hanno dato un preventivo accurato, con tutte le voci di spesa incluse e una valutazione precisa dei costi.

Questi sono solo alcuni dei quesiti che dovreste porvi per fare una scelta oculata dell’impresa funebre che deve occuparsi del funerale della persona a voi cara deceduta; riflettendo potreste individuare anche altre domande, tutto questo per non incorrere in qualche deludente o sgradita sorpresa alla quale, purtroppo, non potrete rimediare.




Pompe funebri Bologna

Servizi funebri dal 1877
Bologna